L’osservazione di volatili

In Serbia sono state registrate circa 360 specie di volatili, di cui circa 240 nidificano stabilmente nella regione. Fra le specie stanziali, circa il 40% sono presenti sulla lista delle specie che a livello europeo hanno bisogno di misure di protezione (Species of European Conservation Concern o Lista SPEC); fra queste ci sono cinque tipologie di volatili generalmente in estinzione: l’anatra nera, l’aquila imperiale, il gheppio, l’otarda maggiore, la schiribilla.

Tenendo in considerazione la grandezza della Serbia e un’infrastruttura relativamente sviluppata, con un’attenta pianificazione e con l’aiuto di conoscitori locali, è possibile vedere oltre 150 specie di volatili in una decina di giorni.

Ogni anno, ai primi di maggio si tiene una gara aperta a tutti “La grande giornata dei volatili”, con lo scopo di vedere, nell’arco di 24 ore, il maggior numero di specie all’interno di un cerchio di 50 km di diametro. Il “Weekend europeo dell’osservazione di volatili” (EuroBirdwatch) si organizza in Serbia ogni anno nel primo weekend di ottobre.

Il programma internazionale delle aree importanti per i volatili (Important Bird Areas – IBA) lavora sull’identificazione delle aree IBA, sul loro monitoraggio e sulla loro protezione. L’area acquisisce lo stato IBA quando soddisfa i rigidi criteri basati sulla presenza di specie di volatili a rischio di estinzione e sul loro numero. Nonostante la rete IBA sia basata sulla varietà del mondo dei volatili, la protezione di queste aree contribuisce alla conservazione di un gran numero di altre specie animali e vegetali.

In Serbia, fino ad ora, sono state identificate 35 aree IBA: Gornje Podunavlje, i Laghi e Brughiere di Subotica, Ribnjak (l’acquario) Bečej, Jegrička, Koviljski Rit, Fruška Gora, i Boschi di Bosut, Zasavica, Obedska Bara, Dunavski Lesni Odsek, Pašnjaci Velike Droplje, Slano Kopovo, Carska Bara, Ribnjak Uzdin, Vršački Breg, le Sabbie di Deliblat, Cer, i monti di Valjevo, Tara, la Gola di Ovčar – Kablar, Uvac – Mileševka, Kopaonik, Prokletije, il monte Šar, Pčinja, Vlasina, Jerma, Suva Planina(Monte Secco), Stara Planina (Monte Vecchio) – Vidlič, la Gola di Sićevac, la Gola di Zlot – Dubašnica, la Gola di Resava, Dubovac – Ram, la Gola di Djerdap e Mala Vrbica.

LE PIÙ FREQUENTI SPECIE DI VOLATILI

I volatili delle aree urbane: la ballerina bianca, la rondine urbana, il piccione selvatico, la colomba, la civetta, il merlo comune, la rondine paesana, il codirosso nero, il rondone nero.

I volatili di habitat erbosi e di arbusto: il piviere, il corvo, la cornacchia, la pernice, l’allodola, il fagiano, il saltimpalo della testa nera.

I volatili rapaci: il gheppio, il falco di palude, il falco, la cinciarella, la poiana, il falco pecchiaiolo, l’aquila reale, il nibbio bruno.

I volatili di habitat acquatici: la gallina da stagno, il migliarino da palude, il chiurlo, la cicogna bianca, l’aquila dalla coda bianca, il mignattino alibianche, la riparia, il chiurlo grande, il cormorano, lo smergo grande, il merlo acquaiolo, il martin pescatore, la nitticora, il germano reale, il corriere piccolo, il fischione, la spatola, l’alzavola, il cigno reale, la folaga, la garzetta, il cormorano piccolo, lo svasso piccolo, la sterna comune, il gabbiano comune, il quattrocchi, la moretta tabaccata, il moriglione, il piro piro piccolo, l’airone cenerino, il gabbiano pontico, la cannaiola, la moretta, lo svasso maggiore, la canapiglia, il codone comune.

I volatili delle aree agricole: il passero domestico, il rigogolo, la cesena, il verzellino, il fringuello, il picchio verde, il barbagianni, il verdone comune, lo stiaccino, la ghiandaia marina, il codirosso, il passero mattugio, il gruccione, l’upupa, la quaglia comune, l’averla piccola, la gazza, la peppola, l’emberiza citronella, il pigliamosche, lo storno, la taccola, l’assiolo, il lucherino eurasiatico, il cardellino.

I volatili dei boschi: la balia dal collare, il picchio muratore, il frosone, il luì grosso, il fiorrancino, la cinciallegra, il picchio rosso maggiore, il colombaccio, la tordela, il tordo bottaccio, il rampichino comune, il codibugnolo, la cincia mora, il regolo comune, il crociere, l’usignolo, il cuculo comune, il luì piccolo, la passera scopaiola, la cinciarella, la cincia bigia alpestre, la cincia bigia, la cincia dal ciuffo, il beccafico, l’occhiocotto, il picchio cenerino, la ghiandaia, il gufo comune, lo scricciolo comune, il luì verde, il pettirosso, l’allocco.

I volatili di habitat montuosi boschivi e rocciosi: il rondone maggiore, il grifone, il gufo reale, il gallo cedrone, il corvino, il gracchio alpino, il ciuffolotto europeo, il fanello, il merlo dal collare, il succiacapre, la nocciolaia, il culbianco, lo spioncello, il prispolone, il picchio muraiolo, il sordone, il falco pellegrino, la beccaccia, il picchio nero.