Cultura

La Serbia, a causa della sua posizione geografica sulla strada che porta l’Europa all’est e che dall’est riporta in Europa, è stata per secoli teatro di guerre, distruzioni, incendi ed emigrazioni, ma nonostante ciò è riuscita a conservare un ricco patrimonio storico-culturale. La grande varietà e ricchezza dei monumenti sorti nel passato e la bellezza della sua natura, rendono la Serbia un paese molto interessante, e ricco di attrazioni turistiche.

Le testimonianze della vita preistorica in questa zona sono rappresentate da numerosi siti archeologici. Lepenski Vir, la prima struttura economico-sociale, del 6500 e 5500 a. C., Starčevo del primo neolitico, dal 5500 al 4500 a. C. e Vinča del tardo neolitico dal 4500 al 3200 a. C. sono la dimostrazione del grande movimento culturale del mondo preistorico.

Testimonianze dell’Impero Romano, presente in Serbia per 6 secoli, sono i resti delle importanti vie e città romane – Gamzigrad, Sirmium, Mediana, con le loro variopinte costruzioni.

Fra le strutture monumentali più importanti della Serbia, rientrano i monasteri ortodossi, sorti nel periodo dal XII al XVII secolo e distesi dalla Fruška Gora al nord, attraverso la valle dei fiumi Morava e Ibar, fino al Kosovo e Metohija.  Il complesso della Vecchia Ras con Sopoćani, i monasteri Studenica e Visoki Dečani con il Patriarcato di Peć, Gračanica e la Chiesa della Madonna Ljeviška a Prizren, sotto l’unico nome di Monasteri Medievali in Kosovo (Serbia), sono inclusi nell’Elenco del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

INFO

Istituto della Repubblica per la tutela di beni culturali
Ulica (Via) Radoslava Grujića, 11; 11000 Belgrado
Tel: +381(0)11 2454 786, Fax: +381(0)11 3441 430
www.heritage.gov.rs

Monumenti culturali in Serbia
http://spomenicikulture.mi.sanu.ac.rs