Sirmium

Sirmio, una delle più importanti città del tardo Impero romano, si trovava nei pressi del fiume Sava, sul territorio dell’odierna Sremska Mitrovica. Fondata nel I secolo, Sirmium raggiunse il suo apice nel 294 quando fu nominata una delle quattro capitali dell’Impero romano.

Il sistema delle vie, degli acquedotti e dei forti militari, i resti del palazzo imperiale, le terme, i teatri, i maneggi, dimostrano che questa città (campo legionario, città imperiale e centro pontificio) fu il centro di tutta l’area – la provincia romana della Pannonia di allora. In quel periodo fu uno degli importanti centri di commercio e di transito dell’impero. Nella città e nei dintorni nacquero sei imperatori romani.

Costantino il Grande visse per un lungo periodo con la propria famiglia a Sirmio e vi festeggiò il suo quindicesimo anniversario di governo. Fra le porpore del palazzo imperiale naque suo figlio Costanzo II, e festeggiò il suo matrimonio il figlio primogenito Crispo. Costantino il Grande per un periodo, prima di iniziare la costruzione della città di Costantinopoli, pensò di far diventare la città di Sirmio la nuova sede dell’Impero romano.

Successivamente, la città di Sirmio diventò uno dei centri del primo cristianesimo e, nello stesso tempo, luogo di supplizio dei martiri cristiani. Di questo ne sono testimoni i resti ben conservati della basilica cristiana nel pieno centro della città. In piazza Žitni trg, sui resti del quartiere artigiano del periodo Romano, si tiene nel mese di giugno di ogni anno il Festival della Retorica, in memoria dell’antica festa patronale di questa città. Alla fine del IV secolo, la città di Sirmio fece la stessa fine del resto dell’impero; con l’assalto degli Unni, dei Goti e dei Gepidi, la città fu distrutta ed evacuata.

Il Centro di Visita del complesso del “Palazzo Imperiale” è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 17.00.

INFO

Il Museo di Srem
Piazza Santo Stefano15, 22000 Sremska Mitrovica
Tel: +381(0)22 623 245
www.muzejsrema.org.rs