Viminacium

Viminacium, l’odierna Kostolac, vicino a Požarevac, presso la confluenza del fiume Mlava nel Danubio, è una delle più importanti città romane e campi militari del periodo tra il I e il VI secolo. Il villaggio civile in questo campo, durante il governo di Adriano (117 – 138) riceve lo status di Municipium, città con alto livello di autonomia. Durante il governo di Gordiano III (239) la città acquisisce lo status di colonia dei cittadini romani e il diritto di coniare la propria moneta. La colonia era lo status più alto che una città potesse raggiungere all’interno dell’impero romano. Viminacium fu più volte scelta come luogo di concentramento militare e punto di partenza di numerose battaglie e guerre.

La posizione di Viminacium sul Danubio ha permesso un rapido sviluppo economico. Eccezionali ritrovamenti di necropoli intorno alla città (fino ad ora sono state scoperte circa 14000 tombe) confermano le supposizioni circa la grande ricchezza dei suoi abitanti, mentre gli affreschi sulle tombe rappresentano l’apice dell’arte tardo-antica. La città è stata più volte saccheggiata durante gli attacchi degli Unni, dei Goti ed infine degli Avari. All’interno e nei dintorni della città sono stati ritrovati palazzi monumentali, un anfiteatro, delle ricche terme, e tracce di infrastrutture articolate, soprattutto vie, acquedotti e canali. I ritrovamenti fatti fino ad oggi confermano la grande importanza di Viminacium come metropoli romana egemone in questa parte del confine (limes) del Danubio.

La località archeologica è aperta alle visite dall’inizio di febbraio alla fine di novembre, in estate dalle 09.00 alle 19.00, in primavera e autunno dalle 10.00 alle 17.00. Su appuntamento è possibile prenotare le visite durante tutto l’anno, anche al di fuori degli orari indicati.

INFO

Parco Archeologico Viminacium
12208 Stari Kostolac
Tel: +381(0)62 669 013
www.viminacium.org.rs
facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
facebooktwittergoogle_plusyoutubeinstagramfoursquare