Posizione geografica

La Serbia è un paese continentale, posizionato a sudest dell’Europa, nella parte centrale della Penisola balcanica, fra 41°53’ e 46°11’ di latitudine nord e fra 18°49’ e 23°00’ di longitudine est. Una parte della Pianura Pannonica, al nord, appartiene alla regione dell’Europa centrale, mentre con la posizione geografica e climatica al sud fa parte anche dei paesi mediterranei.

La Serbia si trova all’incrocio delle strade dell’Europa occidentale ed orientale che, attraverso le valli fluviali di Morava-Vardar e Nišava-Marica portano alle rive del Mar Egeo, all’Asia Minore e al Medio Oriente. I corridoi di trasporto europeo numero 7 (del Danubio) e 10 (strade e ferrovia) attraversano il territorio della Serbia e si intrecciano a Belgrado.

La capitale della Serbia, Belgrado, si trova sulla via navigabile del fiume Danubio che unisce i paesi dell’Europa occidentale e centrale con quelli dell’Europa orientale. Nel suo porto arrivano le navi dal Mar Nero, mentre attraverso il canale Reno-Meno-Danubio si trova al centro del principale percorso navigabile in Europa: Mare del Nord – Atlantico – Mar Nero. Il collegamento con il Mare Adriatico è la ferrovia Belgrado-Bar. Belgrado ospita anche l’aeroporto Nikola Tesla che si trova sulle rotte dei principali tratti aerei europei.

I confini della Serbia hanno uno sviluppo di 2114,2 km. All’est essa confina con la Bulgaria, a nordest con la Romania, a nord con l’Ungheria, a ovest con la Croazia e la Bosnia ed erzegovina, a sudovest con il Montenegro e a sud con l’Albania e la Macedonia.