Sicurezza

L’ospitalità è uno dei fiori all’occhiello della Serbia. I turisti stranieri spesso vengono ospitati nelle case serbe come se facessero parte della famiglia.

Il tasso di criminalità sulle strade è molto basso e non esistono quartieri delle grandi città più o meno sicuri di altri. A differenza di altri paesi, è un’abitudine comune che, nelle città della Serbia, le ragazze si muovano liberamente, nelle tarde ore notturne, con i mezzi pubblici e senza essere accompagnate.

Ne i decenni scorsi la Serbia e, in particolare Belgrado, ha ospitato di numerosi eventi internazionali, con un gran numero di partecipanti stranieri e con misure di sicurezza e procedure organizzative molto rigorose, e tutti si sono svolti in condizioni ottimali.

Oltre alle condizioni di sicurezza generali, è molto migliorata anche la sicurezza stradale con l’adozione delle nuove leggi secondo lo standard europeo e con altre leggi, necessarie nella procedura di candidatura della Serbia per l’adesione all’Unione Europea.

La compagnia aerea nazionale serba JAT Airways, ha ricevuto, dall’Associazione internazionale del traffico aereo (IATA), il certificato IOSA (International Operational Safety Audit) con il grado più alto per la sicurezza e la qualità del traffico aereo e per la manutenzione tecnica.

Si precisa che il territorio di Kosovo e Metohija attualmente si trova sotto l’amministrazione dell’UMNIK e che muoversi senza l’accompagnamento organizzato da parte delle forze del KFOR non è consigliabile.