Tara
facebooktwittergoogle_plusyoutubeinstagramfoursquarefacebooktwittergoogle_plusyoutubeinstagramfoursquare

Tara, una delle montagne più belle in Serbia, si trova a ovest del paese, vicino a Bajina Bašta e sopra il Lago di Perućac sul fiume Drina. È sul confine con la Bosnia ed Herzegovina e dista da Belgrado circa 180 km. L’altezza media sopra il livello del mare è di circa 1000-1200 m e la cima più alta è Kozji Rid di 1591 m.

È coperta da fitti boschi, cosparsa da radure e prati con precipizi rocciosi, gole e grotte. Le condizioni climatiche favoriscono la cura dell’asma bronchiale, della bronchite cronica e dell’anemia e per rafforzare il sistema immunitario.

Il Parco Nazionale “Tara” si estende su una superficie di 19.750 ettari. Tara è caratterizzata da una flora variegata nella quale spicca l’abete rosso di Pančić (Pančićeva omorika), che si trova solamente in questa zona. La varietà degli habitat e la conservazione della vegetazione hanno permesso  la sopravvivenza di molte specie animali, come l’orso bruno, il camoscio, l’aquila reale, il gallo cedrone ed altri.

I centri turistici di Tara sono Kaludjerske Bare e Mitrovac. Kaludjerske Bare si trova a 1000 m sopra il livello del mare, all’incrocio delle strade che portano verso Bajina Bašta, Mitrovac, Mokra Gora e Kremnina. Mitrovac è uno degli altopiani più elevati, 1080 m, con un grande numero di campi sportivi e buone condizioni per un’esperienza attiva nella natura.

I turisti hanno a disposizione sentieri per passeggiare (10 km) mentre per gli sportivi professionisti e per gli amatori ci sono le piste da jogging (1,6 km), un campo da calcio, i terreni per piccoli sport all’aperto ed altro. A 1000 m sul livello del mare esistono anche le piste da sci e due sciovie, una per i bambini e i principianti lunga 150 m e l’altra per gli sciatori più esperti di 450 m.

I boschi, i canyon e le rive dei fiumi conservano le tracce della cultura preistorica, antica, romana e bizantina. Il monastero Rača, del XIII secolo, le lapidi delle necropoli a Perućac e Rasište, fanno parte del patrimonio della Serbia medievale. Un’arte popolare unica nel suo genere è rappresentata dai tipici Chalet in legno, distese sulle rive del Drina.

Il fiume Drina nella zona vicino a Perućac, abbonda di pesci di tutti i tipi, in particolare di esemplari da trofeo del salmone Huco e del pesce gatto. Nella stagione estiva i turisti hanno a disposizione le spiagge sul lago, le barche per le gite e le piscine all’aperto.

facebooktwittergoogle_pluspinterestmailfacebooktwittergoogle_pluspinterestmail